COMBONI THAT DAY

Lettera di Pasqua dal Brasile

Sabato 15 aprile 2017
"Vi saluto e auguro tanta salute, pace e gioia, nel Signore Gesù, morto e risorto. Cristo risorto è in mezzo a noi. Lui ha vinto la morte e ci vuole  tutti vicini a Lui, nel suo regno di pace, di luce e di gioia, nella Pasqua eterna. Continuo il lavoro missionario, in questa stessa parrocchia di Santa Amélia, archidiocesi di Curitiba, nel Brasile. Durante la settimana continuo facendo delle visite agli ammalati, delle sete comunità, che formano questa parrocchia e negli ospedali dell’area. Sono tanti gli ammalati e quanta sofferenza! [...] Ricordiamoci nella preghiera e tanti e cari saluti per tutti voi e vi auguro Buona Pasqua! Con tanta pace, salute e gioia"  [P. Martinho Lopes Moura].



P. Martinho Lopes Moura,
a Curitiba (Brasile.

Carissimi,
Vi saluto e auguro tanta salute, pace e gioia, nel Signore Gesù, morto e risorto. Cristo risorto è in mezzo a noi. Lui ha vinto la morte e ci vuole  tutti vicini a Lui, nel suo regno di pace, di luce e di gioia, nella Pasqua eterna. Continuo il lavoro missionario, in questa stessa parrocchia di Santa Amélia, archidiocesi di Curitiba, nel Brasile. Ogni domenica, celebro due o tre Messe, faccio qualche celebrazione di battesimi o di prime comunioni. Durante la settimana, continuo facendo delle visite agli ammalati, delle sete comunità, che formano questa parrocchia e negli ospedali dell’area. Sono tanti gli ammalati e quanta sofferenza! Continuo pure, animando qualche gruppo di lavoro pastorale della parrocchia.

Una volta al mese celebro la Messa e faccio la visita alla comunità di ricupero di drogati “Nova Jornada” qua a Curitiba.

Questa gente di Curitiba, a causa della violenza, continua sempre vivendo nella paura. Venti anni indietro, quando sono stato qua, per tre anni, lavorando nella animazione missionaria, la gente era più povera, però era più Tranquilla e neppure si parlava di ladri e di drogati. In questi ultimi anni, la situazione è molto cambiata.

Tanti sposi, nella parrocchia, sono separati o in seconde nozze, e così i figli crescono, senza amore, educazione e formazione religiosa e spesso anche senza andare alla scuola.

Il Brasile è un paese ricco, ma ne ha tanti e grossi problemi politici, sociali e umanitari. Gli ospedali sono insufficienti e le scuole pubbliche lasciano molto a desiderare. Tanta ricchezza e benessere da una parte e tanta miseria dall’altra.

Noi missionari comboniani, abbiamo qua un seminario di Filosofia, quest’anno con due postulanti. Il prossimo mese di Giugno, penso di andare nel Portogallo, in visita ai miei parenti ed, al mio rientro in Brasile, penso di ritornare qua a Curitiba, per continuare questo lavoro missionario.

Ringraziando il Signore, per la mia permanenza in questa parrocchia, vorrei pure ringraziare ognuno di voi per la vostra collaborazione missionaria.

Questo clima di Curitiba, al sud del Brasile, è molto caldo, durante l’estate e molto freddo durante l’inverno, molto simile a quello di Europa.

Ricordiamoci nella preghiera e tanti e cari saluti per tutti voi e vi auguro Buona Pasqua! Con tanta pace, salute e gioia.
P. Martinho Lopes Moura

Festa di Pasqua 2017