Una rscj dall’Africa
Iniziata nel 2004, la “Pausa per la Pace” chiede a ciascuna persona di spendere un minuto al giorno, possibilmente a mezzogiorno, per ri-dedicarsi a lavorare per la pace e per la speranza. Nel 2006, durante la ‘Pausa’ abbiamo pregato in solidarietà con le ragazze/i del Nord Uganda e della Repubblica Democratica del Congo. Quest’anno ti invitiamo ancora una volta a lavorare per la pace e ad avere una attenzione particolare all’Africa.
Roma, 20.05.2008

Pausa per la Pace 2008
20 maggio 2008
Carissimi/e,

Vi scriviamo per invitarvi ad aderire ancora una volta alla “Pausa per la Pace”. Iniziata nel 2004, la “Pausa per la Pace” chiede a ciascuna persona di spendere un minuto al giorno, possibilmente a mezzogiorno, per ri-dedicarsi a lavorare per la pace e per la speranza. Nel 2006, durante la ‘Pausa’ abbiamo pregato in solidarietà con le ragazze/i del Nord Uganda e della Repubblica Democratica del Congo. Quest’anno ti invitiamo ancora una volta a lavorare per la pace e ad avere una attenzione particolare all’Africa.

Costruire la pace e’ uno dei nostri doveri più urgenti. Interi popoli sono traumatizzanti da ogni forma di violenza – politica, fisica, psichica, economica, sociale, militare, sessuale, etc. – minacciati nella loro stessa esistenza e privati della loro dignità di “partner nella creazione.” L’Africa in particolare è colpita più che mai – in Darfur, Chad, Repubblica Democratica del Congo, Nord Uganda, Kenya, Somalia, Zimbabwe … Dov’è il mantello il cui lembo gli Africani possono toccare? (Marco 5, 25-34)

Ti invitiamo a sostare deliberatamente per una pausa per la pace ogni giorno, e a pregare con il seguente ritornello – in silenzio o ad alta voce, da sola/o o con altre/i – per la nostra madre terra e per il mondo intero, adattandolo secondo le sofferenze che avverti nel tuo cuore:

Soffia ancora il tuo spirito dentro … e sarà rinnovato.

Ti offriamo, in allegato, perchè tu possa usarla la “Preghiera per l’Africa”, scritta dalle Religiose del Sacro Cuore (rscj) in Africa. Usa la preghiera nel modo più appropriato.

Ti preghiamo di dare vasta diffusione a questo invito e a questa preghiera tramite il tuo network, così che possa giungere alle nostre famiglie, amiche/i e vicine/i di casa; alle comunità ecclesiali e altre comunità di credenti; alle scuole; amiche/i di lavoro e colleghe/i, e andare oltre.

Grazie per la tua partecipazione in questa iniziativa di pace.

Caritas Internationalis; Communauté de Vie Chrétienne; La Congrégation de Notre-Dame de Charite du Bon Pasteur; Congregation of the Sisters of St. Joseph of Peace, UN-NGO Office; Congregations of St. Joseph, UN-NGO Office; Dominican Leadership Conference; Elizabeth Seton Federation; Les Filles de la Charité de St. Vincent de Paul, Bureau ONG-ONU; Le Graal; Institut de la Bienheureuse Vierge Marie, Bureau ONG-ONU ; International Presentation Association of the Sisters of the Presentation; Loretto Community, Bureau ONG; Medical Mission Sisters, UN-NGO Office; Mercy International Association, representing the Sisters of Mercy; Passionistes International, Bureau ONG-ONU; Religieuses du Sacré Cœur de Marie, Bureau ONG-ONU; Salesians of Don Bosco, UN-NGO Office; Société du Sacré Cœur, Bureau ONG-ONU; Sœurs de Notre Dame de Namur, Bureau ONG ; Temple of Understanding; UNANIMA International; VIVAT International.

PREGHIERA PER L’AFRICA

O Dio, grazie per Madre Africa,
Per quegli uomini e donne che hanno
dato la loro vita per amore dei loro fratelli e sorelle.

O Dio compassionevole,
oggi l’Africa invoca Te, suo Creatore.
Il sangue del tuo popolo grida
BASTA! BASTA!

Guarda il tuo popolo,
le loro mani sulle loro orecchie
assordate dagli spari delle armi.

Anche la terra e’ sotto shock;
Essa non riesce più a nutrire i suoi abitanti.
E’ paralizzata dall’uccisione dello spirito di vita.

Soffia ancora il tuo spirito sull’Africa
e sarà ri-creata.

Noi veniamo a Te, Dio nostro Creatore,
in comunione con i nostri fratelli e sorelle viventi e morti/e,
del passato e del presente.

Perchè la loro morte e risurrezione porti
nuova vita per Madre Africa,
e perchè non ci siano più guerre,
divisioni e massacri.

Perchè possiamo finalmente
vivere in pace e armonia,
capaci di offrire e ricevere perdono.

Una rscj dall’Africa
Invito ad aderire ancora una volta alla “Pausa per la Pace”.