Stiamo vivendo il processo della Ratio Missionis e di preparazione al XVII Capitolo Generale: ambedue esigono da noi un cammino di conversione.

ICONA: San Paolo

Guida
: Stiamo vivendo il processo della Ratio Missionis e di preparazione al XVII Capitolo Generale. Ambedue esigono da noi un cammino di conversione, che facciamo un’esperienza di Dio come base del nostro essere e agire missionari.

In questo processo Paolo ha molto da insegnarci. Il suo incontro personale con il Signore sulla via di Damasco e il lasciarsi “afferrare” da Lui lo trasformano radicalmente.
Il fondamentalista e zelante esecutore della legge, il violento persecutore della Chiesa si trasforma in missionario, l’apostolo per antonomasia: testimone di Cristo morto e risorto.

Ascoltiamo due testi di San Paolo. Nel primo, egli racconta la sua “conversione”, nel secondo ci invita a consacrarci totalmente a Dio; ad una trasformazione radicale.

Testi biblici

Lettore
: “Sebbene io possa vantarmi anche nella carne. Se alcuno ritiene di poter confidare nella carne, io più di lui: circonciso l'ottavo giorno, della stirpe d'Israele, della tribù di Beniamino, ebreo da Ebrei, fariseo quanto alla legge; quanto a zelo, persecutore della Chiesa; irreprensibile quanto alla giustizia che deriva dall'osservanza della legge. Ma quello che poteva essere per me un guadagno, l'ho considerato una perdita a motivo di Cristo. Anzi, tutto ormai io reputo una perdita di fronte alla sublimità della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il quale ho lasciato perdere tutte queste cose e le considero come spazzatura, al fine di guadagnare Cristo e di essere trovato in lui, non con una mia giustizia derivante dalla legge, ma con quella che deriva dalla fede in Cristo, cioè con la giustizia che deriva da Dio, basata sulla fede” (Fil 3,4-9).

Lettore: “Vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio, ad offrire i vostri corpi come sacrificio vivente, santo e gradito a Dio; è questo il vostro culto spirituale. Non conformatevi alla mentalità di questo secolo, ma trasformatevi rinnovando la vostra mente, per poter discernere la volontà di Dio, ciò che è buono, a lui gradito e perfetto” (Rm 12, 1-2).

Guida: Il cammino della Ratio Missionis è in sintonia con l’esperienza di Paolo. Le tre fasi di questo processo (vedere, discernere e agire) presuppongono un cambiamento di mentalità, un salto in avanti, dare un senso al nostro essere e agire; “camminare in una vita nuova” (Rm 6,3-4); assumere la logica della croce per morire e risuscitare con Lui. Anche in questo campo Comboni ha molto da insegnarci.

Lettore: “Sennonché il cattolico, avvezzo a giudicare delle cose col lume che gli piove dall'alto, guardò l'Africa non attraverso il miserabile prisma degli umani interessi, ma al puro raggio della sua Fede; e scorse colà una miriade infinita di fratelli appartenenti alla sua stessa famiglia, aventi un Padre comune su in cielo, incurvati e gementi sotto il giogo di Satana in sull'orlo del più orrendo precipizio. Allora, trasportato egli dall'impeto di quella carità accesa con divina vampa sulla pendice del Golgota, ed uscita dal costato del Crocifisso per abbracciare tutta l'umana famiglia, sentì battere più frequenti i palpiti del suo cuore; e una virtù divina parve che lo spingesse a quelle barbare terre, per istringere tra le braccia e dare il bacio di pace e di amore a quegl'infelici suoi fratelli, sovra cui par che ancor pesi tremendo l'anatema di Canaam” (Scritti 2742).

Silenzio orante

Condivisione delle nostre riflessioni
Canto-preghiera


Recitare una delle seguenti preghiere a scelta:

1)
Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà,
la mia memoria, la mia intelligenza e tutta la mia volontà,
tutto il mio avere e possedere. Tu me li hai dati,
a Te, Signore, li restituisco;
tutto è tuo: disponi secondo la tua volontà.
Dammi il tuo amore e la tua grazia: questo mi basta.
Amen



2)
Benedetto sia Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale nei cieli, in Cristo. In lui ci ha scelti prima della creazione del mondo, per essere santi e immacolati al suo cospetto nella carità, predestinandoci a essere suoi figli adottivi per opera di Gesù Cristo, secondo il beneplacito della sua volontà. E questo a lode e gloria della sua grazia, che ci ha dato nel suo Figlio diletto (Ef 1, 3-6).

Numeri del Testo finale della fase del discernimento che possono aiutarci nella nostra preghiera: 17, 18, 19, 20, 21, 32, 40, 74, 75.

Preghiere spontanee
Padre Nostro


Domande per una riflessione successiva


Qual è la motivazione di fondo del mio agire missionario: fede, potere, immagine, essere buono… ?

Intendo il mio servizio come collaborazione alla missio Dei o è l’affermazione di una missio mea?

Che cosa significa annunciare Cristo morto sulla croce in un mondo che cerca il successo e l’“eccellenza”?

In che modo il processo della Ratio Missionis e la prossima preparazione al Capitolo incidono sul mio cammino di conversione?
TEMA: LA CONVERSIONE