Roma, giovedì 4 agosto 2011
Oltre duemila persone hanno partecipato al Pellegrinaggio annuale della Famiglia comboniana a Fatima, Portogallo, sabato scorso, 30 luglio. Quest’anno il Pellegrinaggio ha avuto come motto “Portogallo in missione da cuore a cuore”, con riferimento alla lettera pastorale dei vescovi portoghesi “Fate come io ho fatto a voi – per un volto missionario della Chiesa in Portogallo”.

Il primo gesto del Pellegrinaggio comboniano è stato la celebrazione della Messa nella chiesa della Santissima Trinità, alle 11.00, presieduta dal vescovo di Viseu, Mons. Ilidio Leandro, che ha sottolineato il suo essere pastore di una diocesi nella quale i Missionari Comboniani si sono stabiliti per la prima volta sessant’anni fa. L’Eucaristia è stata concelebrata da circa 30 sacerdoti comboniani e, durante l’Offertorio, arricchita dall’offerta di un ramo di fiori, che simboleggiava la varietà di doni e servizi che esistono nella Chiesa, e di una tovaglia, simbolo del servizio gratuito che deve caratterizzare tutti i cristiani.

Nel pomeriggio, la Famiglia comboniana è tornata a riunirsi nella stessa chiesa per una celebrazione mariana con alcune testimonianze missionarie, la recita del rosario missionario e l’invio in Africa di due missionari. La Laica Comboniana Susana Vilas Boas, rientrata di recente dalla Repubblica centrafricana, e il comboniano P. João Costa, a servizio in Ciad, hanno condiviso alcuni episodi della loro esperienza missionaria in questi paesi africani.

Le Suore Missionarie Comboniane hanno guidato il rosario missionario con la lettura di brani tratti dal Vangelo e dalla lettera dei vescovi “Fate come io ho fatto a voi – per un volto missionario della Chiesa in Portogallo”.

Sotto il segno della missione in Portogallo e oltre frontiera, la Famiglia comboniana ha assistito all’invio di due missionari che partiranno, fra poco, per il continente africano: P. Marcelo Oliveira, per il Congo, e P. Germano Serra, per l’Uganda.