Mercoledì 15 ottobre 2014
Il comboniano P. Vincenzo Santangelo, 79 anni, lavora da più di 40 anni in Brasile. È giornalista e scrittore. La sua 63esima pubblicazione in portoghese è intitolata “Donne missionarie e la forza della testimonianza” (Mulheres missionárias e o poder do testemunho). Padre Alcides Costa, superiore provinciale del Brasile, presenta il libro con le parole che di seguito pubblichiamo.

 

Donne missionarie e la forza della testimonianza

 

P. Vincenzo Santangelo,
missionario comboniano,
in Brasile.

Questo 63º libro del giornalista Enzo Santangelo, missionario comboniano, presenta una breve biografia di alcune donne che hanno lottato e pagato con la propria vita per difendere i più poveri. Le pagine del libro sono di speranza e di ottimismo per i giovani di oggi, che lottano per un mondo fraterno e abitabile.
 

Le parole di Gandhi, messe a chiusura dell’intervista con Maria de Nazareth, sono di incoraggiamento: “Giammai perdere la fede nell’umanità, perché essa è come l’oceano: anche se ci sono delle gocce di acqua sporca, ciò non vuol dire che tutto l’oceano sia sporco”.

La prima parte del libro è fatta di testimonianze di alcune donne premiate con il “Nobel della Pace”. La seconda parte è dedicata dall’autore a interviste immaginarie di donne che ci offrono modelli di solidarietà, di pace e di amore. Tra esse ci sono sette laiche missionarie, due direttrici di ospedali, tre africane, undici martiri dell’America Latina e quattro Dottori della Chiesa. Inoltre, l’autore riesce a cogliere, in queste “interviste”, i messaggi di Santa Monica, Sant’Elena, la Samaritana, la Maddalena, Eva e Maria di Nazareth.
P. Alcides Costa