Domenica 7 agosto 2016
Anche i missionari comboniani, come i membri di altri Istituti religiosi, sono stati presenti alla Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) 2016, a Cracovia, con una mostra missionaria di carattere vocazionale per le migliaia di giovani di tutti i continenti, accorsi nella città polacca. P. Guillermo Aguiñaga, messicano, che lavora a Varsavia (Polonia), e P. Rafael Pérez, spagnolo, che lavora a Valencia (Spagna), si sono offerti volontari per collaborare a questa GMG.

 

Nella foto, da sinistra:
P. Guillermo Aguiñaga, messicano,
che lavora a Varsavia (Polonia),
e P. Rafael Pérez, spagnolo,
che lavora a Valencia (Spagna).

I due sacerdoti, Guillermo e Rafael, sono stati assegnati alla logistica, importante settore nel quale hanno prestato la loro collaborazione. Durante la settimana precedente, avevano ricevuto tutte le informazioni necessarie per un evento simile.

I religiosi hanno voluto mostrare ai giovani la diversità e la ricchezza dei carismi ed essere testimoni di una vita donata, invitando anche i pellegrini a seguire Gesù.

“La mia partecipazione alla GMG – ha detto P. Rafael Pérez, segretario dell’Evangelizzazione dei Comboniani in Spagna – è stata come volontario. Un’esperienza meravigliosa per mettere in pratica la grande missione del servizio, della disponibilità e dell’aiuto. Sono state giornate molto intense, durante le quali i giovani di moltissimi paesi del mondo intero hanno condiviso con Papa Francesco momenti intensi di preghiera e testimonianze di dedizione generosa al servizio del Vangelo, con la gioia di sentirsi chiamati a essere discepoli coraggiosi di Gesù. La presenza e i messaggi di Papa Francesco hanno costantemente invitato i giovani a rinnovare la loro vocazione e a rafforzarla nell’impegno di essere accanto ai bisognosi. È così che i giovani possono diventare un futuro di speranza per il mondo di oggi nel nome di Gesù. Dalla fede e dalla risposta vocazionale molte necessità del nostro mondo stanno avendo risposta”.