Lettera Pastorale sul lancio della ‘Giornata di Sensibilizzazione del Traffico di Esseri Umani’ in Sudafrica

Immagine

Sabato,4 febbraio 2017
La Conferenza dei Vescovi Cattolici del Sudafrica ha scritto una Lettera Pastorale sul lancio della ‘Giornata di Sensibilizzazione del Traffico di Esseri Umani’ l’8 febbraio, festa di S. Giuseppina Bakhita, che sarà letta domenica, 5 o 12 febbraio, in tutte le chiese. “Il traffico di esseri umani – scrivono i Vescovi –, è una dei tre commerci più redditizi del mondo, assieme a quelli della droga e delle armi, ed è in aumento in Africa, dove il Sudafrica è diventato un punto particolarmente caldo. Le persone vengono rapite sulla porta di casa, in un mondo che ha perso il timore di Dio e ogni senso della sacralità della vita umana”. In allegato, pubblichiamo la Lettera Pastorale dei Vescovi, in inglese.

 

Celebrazione,
in Sudafrica.

 

“Persone vulnerabili vengono sfruttate – scrivono i Vescovi cattolici del Sudafrica – spedite in tutto il mondo come merce; gente povera viene adescata con la promessa di posti di lavoro ben retribuiti; le persone vengono drogate, violentate e malmenate. Sono separate e isolate dalla famiglia e dagli amici, prese con la forza: sono i moderni schiavi, raggirati, in condizioni di lavoro disumane, senza mezzi né possibilità di sfuggire alla loro schiavitù. Questo fatto è diventato uno scandalo terribile, un male abominevole nella società umana e la fonte di tanta sofferenza. Il traffico di esseri umani, si dice, è una dei tre commerci più redditizi del mondo, assieme a quelli della droga e delle armi, ed è in aumento in Africa, dove il Sudafrica è diventato un punto particolarmente caldo. Le persone vengono rapite sulla porta di casa, in un mondo che ha perso il timore di Dio e ogni senso della sacralità della vita umana”.


S. Giuseppina Bakhita.