Lunedì e martedì 8 e 9 giugno: Covid in Africa e non solo in diretta online

Immagine

Lunedì 8 giugno 2020
Domani martedì 9 giugno, alle ore 20.30,
Martedì del Mondo, con la partecipazione in diretta di Raffaello Zordan giornalista di Nigrizia e di Giovanni Putoto, medico-responsabile della Programmazione e dell’Area scientifica di Medici con l’Africa-Cuamm. Il ciclo di incontri dei Martedì del Mondo si tengono ogni primo martedì del mese, da ottobre a giugno, alle ore 20.30 presso la Sala Africa dei Missionari comboniani.
Il link per poter partecipare all’evento è https://www.youtube.com/watch?v=JJyratj6fr4.

Dati Corriere della Sera, lunedì 8 giugno, alle ore 09.40: In Africa 190.017 casi
In Africa è salito a 190.017 il numero complessivo dei casi confermati di coronavirus, registrati in tutti i 54 paesi del continente. Secondo i dati raccolti dalla piattaforma «Covid19-Africa», il paese piu’ colpito si conferma il Sudafrica con 48.285 casi, seguito da Egitto (34.079), Nigeria (12.486) Algeria (10.154), Ghana (9.638), Marocco (8.224), Camerun (8.060), e Sudan (6.081). Sono saliti oltre i 4mila casi Senegal (4.328), Gibuti (4.2017), Guinea (4.165) e Repubblica democratica del Congo (4.016), mentre oltre 3mila sono ormai confermati in Costa d’Avorio (3.739) e Gabon (3.101), seguiti a stretto giro da Kenya (2.767) e Somalia (2.334). I paesi del continente con meno casi registrati sono Gambia (26), Seychelles (11) e Lesotho (4). In totale si registrano 5.184 decessi e 83.059 guariti.

Covid-19 in Africa e non solo. In diretta online

Difficile avere dati reali e certi sulla diffusione del coronavirus nel continente africano. Si parla comunque di cifre importanti, in un contesto in cui gli ospedali non hanno mezzi, strumenti e risorse per affrontare la pandemia. A oggi, il numero dei casi di coronavirus registrati dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) in Africa pare abbia superato i 150mila. I paesi più colpiti risultano essere: l’Egitto, il Sudafrica, l’Algeria, la Nigeria, il Sudan, il Marocco e il Camerun.

Per cercare di capire cosa stia accadendo nel continente i promotori dei Martedì del mondo, Fondazione Nigrizia, Centro missionario diocesano, Combonifem e Cestim hanno scelto di dedicare una serata online al tema. Alternando dati, commenti e testimonianze. L’incontro, che di solito si tiene presso Sala Africa dei Missionari comboniani di Verona, viste le disposizioni ministeriali in materia Covid-19, si terrà online su Youtube-Martedì del mondo. Il link per poter partecipare all’evento è https://www.youtube.com/watch?v=JJyratj6fr4. Si potrà intervenire scrivendo le proprie domande sulla chat.

La serata vedrà la partecipazione in diretta di Raffaello Zordan giornalista di Nigrizia e di Giovanni Putoto, medico-responsabile della Programmazione e dell’Area scientifica di Medici con l’Africa-Cuamm. E le registrazioni delle testimonianze di:

  • Suor Anna Brunelli, missionaria comboniana, vive nella Repubblica democratica del Congo dal 1971. Nella capitale Kinshasa si occupa dei carcerati nella prigione di Makala. Tra la fine degli anni ‘90 e inizio 2000 ha trascorso una decina d’anni in Togo, occupandosi dei poveri e dei carcerari della prigione centrale di Lomé.
  • Augusto e Laura Zambaldo coppia di volontari della onlus Harambee da oltre 5 anni a Iringa, città della Tanzania, capoluogo della regione omonima.
  • Padre Claudio Bombieri, missionario comboniano originario di Verona, da oltre trent’anni in servizio a fianco degli indios, nello Stato brasiliano del Maranhão, racconterà la situazione che sta vivendo il paese in cui si registrano contagi da record.

A moderare l’incontro sarà padre Filippo Ivardi, direttore di Nigrizia.

L’evento del 9 giugno fa parte del ciclo di incontri dei MARTEDÌ DEL MONDO, che si tengono ogni primo martedì del mese, da ottobre a giugno, alle ore 20.30 presso la Sala Africa dei Missionari comboniani.

Per informazioni: Fondazione Nigrizia onlus: 045.8092390; Centro Missionario diocesano: 045.8033519; Combonifem: 045.8303149; Cestim: 045.8011032.

Lunedì 8 giugno - ore 09.05 - 65.067 morti in America latina

La situazione in Brasile è sempre più difficile. Oggi l’8 giugno i missionari comboniani di Padova e il Centro Missionario Diocesano organizzano una live per parlarne. Parteciperanno due preti fidei donum che vivono in Roraima e P. Dario Bossi, comboniano in Brasile.

Sono 65.067 le persone morte in America latina per cause riconducibili al contagio da nuovo coronavirus. In Messico si contano 117.103 casi di contagio e 13.699 morti. Il paese torna progressivamente a una «nuova normalità» a partire dal 1 giugno, con un sistema che permettera’ riaperture statali modulate sulla portata del contagio. Dal 18 maggio riaprono alcuni dei comuni senza virus. Per arginare la crisi economica, il governo vara misure per mettere in sicurezza le fasce più deboli, evita ricorso a incentivi fiscali e non crea nuovo debito.