“La ripresa dalla pandemia del Covid-19 è un’opportunità per indirizzare il mondo su un percorso più pulito, verde e sostenibile”. Ne è convinto il segretario generale delle Nazioni Uniti, Antonio Guterres, che così si esprime in un videomessaggio alla vigilia della Giornata mondiale della Madre Terra e del vertice dei leader di domani, giovedì 22 aprile, convocato dal presidente statunitense Joe Biden.

“Celebriamo la Giornata della Madre Terra in un momento cruciale per il nostro pianeta”, osserva Guterres, ammonendo: “Gli esseri umani continuano ad abusare del mondo naturale. Saccheggiamo in maniera incosciente le risorse della Terra, ne deprediamo la natura e trattiamo aria, terra e mari come discariche. Ecosistemi cruciali e catene alimentari sono all’orlo del collasso”.

“Tutto ciò è suicida”, denuncia il segretario generale dell’Onu, secondo cui “dobbiamo mettere un termine alla nostra guerra contro la natura e agire per guarirla”. “Questo – spiega – significa una coraggiosa azione per il clima che limiti il rialzo della temperatura a 1,5 °C e si adatti ai cambiamenti futuri. Ciò significa anche misure più energiche a tutela della biodiversità. E significa, infine, ridurre l’inquinamento costruendo economie circolari che diminuiscano lo spreco. Sono passi che salveranno la sola cosa che abbiamo e creeranno milioni di posti di lavoro”. “In questa Giornata della Madre Terra – conclude Guterres – impegniamoci tutti per salvare il nostro pianeta e fare pace con la natura”.