La Pasqua di P. Piu: “Ci lascia una testimonianza di servizio gioioso nella missione”

Immagine

Lunedì 23 maggio 2022
Ieri, 22 maggio, la famiglia comboniana del Centroamerica ha annunciata la Pasqua alle fonti della vita eterna del missionario comboniano p. Pietro Gianmaria Piu, all’età di 95 anni. P. Piu era nato il 3 aprile 1927 a Mara, diocesi di Alghero, in Sardegna (Italia). Entrò molto giovane fra i Missionari Comboniani.

Fece i primi voti il 9 settembre 1947 e fu ordinato sacerdote il 7 giugno 1952. Stava infatti per celebrare il suo 70° anniversario di vita sacerdotale. Dopo qualche anno a Venegono (Italia), fu inviato in Messico, dove ha servito dal 1958 al 1983, come formatore, animatore di comunità e superiore. Fu destinato poi all’Ecuador dove rimase dal 1984 al 1992, anche come superiore provinciale. Fu chiamato in Centroamerica nel 1993 come superiore della nascente Delegazione comboniana e poi come formatore instancabile dei laici guatemaltechi fino a un paio di anni fa, quando le sue condizioni di salute non gli hanno più permesso di continuare a seguire la sua amata Scuola Comboni, che aveva fondato.

P. Piu ci lascia una testimonianza di servizio gioioso e impegnato nella missione anche attraverso le sue numerose pubblicazioni sulle Sacre Scritture e sull’Animazione Missionaria. Il suo esempio e la sua tenacia di autentico pioniere rimarranno sempre nella nostra memoria, animandoci a servire la Chiesa sulle orme di san Daniele Comboni. Pace eterna nel cielo, caro p. Piu.

I funerali si sono tenuti in Casa Comboni, Colonia El Rosario, a Città del Guatemala.
[Ana Mireya Soto, laica missionaria comboniana – Facebook]