Unicef, disponibili 18 milioni di dosi di vaccino contro la malaria

Immagine

Mercoledì 17 agosto 2022
L’Unicef ha assegnato a Gsk contratto per la prima fornitura di un vaccino contro la malaria per un valore di 170 milioni di dollari. Questa importante assegnazione renderà disponibili 18 milioni di dosi di Rts/As01 (Rts,S) nei prossimi tre anni, salvando potenzialmente migliaia di vite ogni anno. L’obiettivo è arrivare a proteggere 25 milioni di bambini l’anno. [Credit Photo Mithil Girish on Unsplash]

Nel 2020, circa mezzo milione di bambini, soltanto in Africa, è morto a causa della malaria, ovvero 1 bambino morto al minuto. Secondo i dati dell’Oms, oltre 30 Paesi presentano aree con una trasmissione moderata o elevata della malaria, dove il vaccino potrebbe fornire una protezione aggiuntiva contro la malaria a più di 25 milioni di bambini ogni anno, una volta che la fornitura sarà aumentata.

Il vaccino per la malaria Rts,S – risultato di 35 anni di ricerca e sviluppo e primo vaccino mai realizzato contro una malattia parassitaria – agisce contro il Plasmodium falciparum, il parassita della malaria più letale a livello globale e più prevalente in Africa.

Secondo Etleva Kadilli, direttore Supply division del Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia, ciò “dà un chiaro messaggio agli sviluppatori di vaccini contro la malaria affinché continuino il loro lavoro, perché i vaccini contro la malaria sono necessari e richiesti.

Speriamo che questo sia solo l’inizio. È necessaria una continua innovazione per sviluppare vaccini nuovi e di nuova generazione per aumentare l’offerta disponibile e consentire un mercato dei vaccini più sano. Questo è un enorme passo avanti nei nostri sforzi collettivi per salvare le vite dei bambini e ridurre il peso della malaria come parte di programmi più ampi di prevenzione e controllo della malaria”.
[G.P.T. – SIR]