Mercoledì 21 settembre 2022
L’Unione Internazionale delle Superiore Generali (UISG) ha pubblicato “New Leaders: Sostenere le comunità nella cura”, la terza e ultima puntata di una campagna che celebra le suore promotrici di giustizia, pace e integrità del Creato. Il messaggio di questo video si riassume nella dichiarazione finale: Le suore incarnano una cultura della cura basata sulla presenza, sull'incontro e sul servizio. 
[UISG, Video e Press pack. Press Release: (ENGLISH) (ESPAÑOL) (FRANÇAIS) (PORTUGUES)]

L’approccio delle suore all’impegno con le comunità è radicato in questi tre valori, che sono la base del loro contributo singolare allo sviluppo globale. La presenza: le suore vivono tra le persone più vulnerabili del mondo, condividendo le loro esperienze, sfide e speranze. L’incontro: le suore accolgono la differenza in tutte le sue forme, sforzandosi di riconoscere e valorizzare ogni persona nella sua piena dignità umana. E il servizio: le suore si impegnano a promuovere l'emancipazione di ogni persona e il benessere della nostra casa comune, donando il loro tempo, le loro energie e persino la loro vita al servizio degli altri.

Suor Mary John Kudiyiruppil, Vice Segretaria Esecutiva della UISG, dice: La spinta fondante per molte congregazioni di religiose è stata una spinta di cura e di attenzione, soprattutto laddove sistemi e strutture hanno mancato di cura per i più vulnerabili. La UISG si impegna a sostenere le comunità nella cura, com’è evidente dal numero di nostre iniziative basate sul servizio diretto e sul supporto a chi si prende cura degli altri. Il mio desiderio, la mia preghiera è che chi guarda questo video si senta ispirato nella propria vita, ricollegandosi con il proprio istinto fondamentale di cura, a sostenere le persone e le strutture che si prendono cura del prossimo.

In occasione della Giornata Internazionale della Pace indetta dalle Nazioni Unite il 21 settembre, questo video condivide tante immagini di suore al servizio di comunità vulnerabili nel mondo. Il video sottolinea il collegamento inestricabile tra il sostegno alle comunità e la costruzione della pace mostrando suore a lavoro con Solidarity with South Sudan, una rete cattolica che si occupa di formare educatori, infermieri, contadini e leader comunitari per costruire resilienza e stabilità in un paese attanagliato dal conflitto.

Padre David Gentry, Promotore di missione per Solidarity with South Sudan – lanciata come iniziativa inter-congregazionale della UISG e della controparte maschile Unione Superiori Generali (USG) – dice: “Solidarity with South Sudan è fondata su un modello di sviluppo delle capacità. I nostri progetti, infatti, non si basano sui servizi diretti, come ad esempio fornire personale nelle scuole o negli ospedali. Cerchiamo piuttosto di educare e formare le persone in Sudan del Sud perché possano svolgere loro questi ruoli, cosicché non debbano dipendere dalla “carità” a distanza, ma entrino invece in possesso delle proprie capacità e siano autori della propria storia.”

Mettendo in risalto le differenti realtà in cui operano le suore, il video mostra anche religiose che invece lavorano direttamente con bambini in comunità marginalizzate o trascurate. Suor Niluka Perera, coordinatrice dell’iniziativa UISG Catholic Care for Children International (CCCI), dice: “CCCI sostiene le religiose, aiutandole a interpretare i segni del nostro tempo e a rendere il loro carisma di cura rilevante nel contesto odierno. La creazione dell’ufficio CCCI alla UISG è il risultato della riforma portata avanti dalle religiose in Uganda, Zambia e Kenya negli ultimi anni. Siamo chiamate a sognare in grande per dare un futuro migliore e più sostenibile ai bambini di cui ci prendiamo cura; siamo chiamate a lascarci indietro vecchi modi di rispondere ai temi legati alla cura dei bambini. Per questo, dobbiamo aprirci con la mente, con il cuore e con la volontà a nuove soluzioni, lasciando sorgere nuovi modi di pensare, di essere e di fare.”

Infine, la pubblicazione del video durante il Tempo del Creato 2022 sottolinea la connessione profonda tra il benessere delle persone e il benestare del pianeta, e fa eco al richiamo di Papa Francesco a una “alleanza fra l’umanità e l’ambiente”. Tenendo a mente questo richiamo del Santo Padre – e un urgente bisogno di advocacy efficace in vista del COP27 sul cambiamento climatico e il COP15 sulla biodiversità – la UISG lancerà una nuova compagna, Sisters for the Environment, all’inizio di ottobre.

[UISG]