Padre Alex Zanotelli: “Digiuno di Giustizia in solidarietà con i migranti”

Immagine

Mercoledì 2 novembre 2022
Oggi, primo mercoledì del mese, saremo a Roma, in piazza dei Santi Apostoli (vicino a Piazza Venezia), dalle ore 15 alle ore 17, per il Digiuno di Giustizia in solidarietà con i migranti. Abbiamo da pochi giorni un nuovo governo, di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, un governo di destra, espressione del suprematismo bianco: appena insediato sta esprimendo il suo vero volto.

La presidente Meloni ha subito dichiarato di mettere in atto un “blocco navale” contro i profughi, risuscitando la “Terza Fase” dell’operazione Sofia che prevedeva il blocco della partenza dei barconi. Inoltre, ha scelto come ministro dell’interno M. Piantedosi che ha lavorato con l’ex- ministro M. Salvini, designato quest’ultimo ministro alle infrastrutture e quindi ai porti.

Il nuovo ministro del Viminale non vuole nel Mediterraneo le navi delle Ong che salvano i disperati della storia. Vi sono ora due navi con 382 profughi in attesa di un porto sicuro. Nel frattempo, il 2 novembre scade il termine ultimo per bloccare il Memorandum Italia-Libia, frutto avvelenato di Minniti, firmato dal governo Gentiloni nel 2017 e rinnovato nel 2020 dal governo Conte.

Ed ora tocca al governo Meloni la seconda riconferma dato che il 2 novembre scatterà automaticamente questo accordo criminale. I governi italiani hanno fornito al governo libico di Tripoli e alla Guardia costiera libica motovedette e navi per oltre 6 milioni di euro per trattenere i migranti negli infernali lager libici e per riportare in Libia chi tenta di fuggire.

Il risultato è drammatico: in cinque anni 10mila morti in mare e 100mila intercettati dalla Guardia Costiera. È il naufragio della civiltà e dell’Europa che si proclama patria dei diritti umani. Di fronte a questa disumanità continueremo questo digiuno come un grido lancinante contro le criminali politiche migratorie del governo Meloni e della UE.
P. Alex Zanotelli
a nome del Digiuno di Giustizia in solidarietà con i migranti
Napoli, 29 ottobre 2022