A Lima una marcia nazionale di protesta contro Boluarte: Organizzata dal sindacato generale dei lavoratori

Immagine

Mercoledì 25 gennaio 2023
Non cessano le tensioni politiche e sociali in Perú. Dopo la manifestazione di ieri sera a Lima, con un deciso intervento della polizia che si è scontrata con i dimostranti, usando i lacrimogeni, oggi la Confederazione generale dei lavoratori del Paese sudamericano ha indetto una marcia nazionale di protesta sulla Plaza Dos de Mayo per chiedere le dimissioni della presidente, Dina Boluarte. [L’Osservatore Romano]

All’iniziativa hanno aderito anche gli studenti di varie università, che intendono protestare per l’intervento della polizia sabato nell’ateneo San Marco della capitale, con il fermo di quasi 200 persone, poi rilasciate. Questa manifestazione si svolgerà cinque giorni dopo la “toma de Lima” (presa di Lima), che ha riunito nella capitale peruviana migliaia di manifestanti provenienti da diverse regioni del Paese.

L'Alto commissario Onu per i diritti umani, Volker Türk, ha ricordato al governo del Perú la necessità che la polizia rispetti i diritti umani di fronte alle manifestazioni che hanno provocato più di 60 morti da dicembre.

[L’Osservatore Romano]