Lettera della presidenza CEI ai vescovi italiani per ripensare la pastorale in questo tempo di pandemia

Immagine

Sabato 22 agosto 2020
Nelle scorse settimane è stata resa pubblica la lettera che la Presidenza della CEI ha inviato a tutti i vescovi italiani in cui si indicano alcuni punti intorno ai quali organizzare la progettualità pastorale delle Chiese locali nelle ancora incerte circostanze dovute alla pandemia.
(Vedi allegato)

Il documento è breve ma pesante, va letto con ‘intelligenza’ per coglierne lo spirito e la preoccupazione pastorale che sottostanno in filigrana; qui si suggeriscono due punti in particolare della lettera: a) riscoprire il primato dell’evangelizzazione e ripensare gli strumenti più adeguati per fare sì che nessuno sia privato della luce e della forza della Parola del Signore; b) siamo tornati con gioia a celebrare l’Eucaristia con il popolo: un ritorno segnato anche da un certo smarrimento (in particolare, una diffusa assenza dei bambini e dei ragazzi), che richiede di essere ascoltato. Occorre un saggio discernimento per cogliere ciò che è veramente essenziale.