Roma, lunedì 15 luglio 2013
In occasione della riunione dell’Osservatorio di Conflitti Minerari dell’America Latina (OCMAL), che si svolgerà il 9 e 10 novembre 2013, a Lima, un gruppo di missionari, compresi i Comboniani, religiosi e laici del Brasile, Perù, Ecuador e Uruguay, con la partecipazione di Misereor (Germania), si sta organizzando per creare un’ampia rete di riflessione e di azione sui problemi derivati dallo sfruttamento minerario in tutto il continente.

 

Il tema dell’industria estrattiva, con tutti i conflitti sociali e ambientali ad essa legati, interessa in modo particolare i Comboniani che – nell’ultimo Forum Comboniano di Tunisi, nel marzo 2013 – hanno definito i crimini provocati dall’industria mineraria sulle popolazioni e sulla natura come una delle priorità pastorali a livello di continente americano.

Il gruppo di religiosi, religiose e laici che stanno preparando l’eventuale partecipazione alla riunione dell’OCMAL, che con tutta probabilità si terrà a Lima (Perù), hanno già fatto una breve analisi della situazione sociale ed ecclesiale di alcuni paesi del continente (Brasile, Honduras, Perù, Guatemala, Costa Rica, ecc.). Da quest’analisi, si possono trarre alcuni punti in comune che saranno, senza dubbio, oggetto di riflessione e approfondimento durante l’incontro dell’OCMAL di novembre, come ad esempio:

  • I conflitti e le tensioni esistenti fra i cristiani impegnati e la gerarchia ecclesiastica.
  • Il trasferimento da un luogo all’altro di sacerdoti, religiosi e laici che sono coinvolti con le popolazioni nella resistenza agli effetti nefasti sociali e ambientali dell’industria mineraria.
  • Appoggiare i cristiani, le comunità cristiane e i vescovi che, nel continente, emergono per il loro impegno a favore delle popolazioni colpite dall’industria estrattiva.
  • Dare continuità all’ormai lunga storia di resistenza e migliorare la rete di comunicazione fra tutti coloro che sono coinvolti nella pastorale della difesa delle popolazioni che vengono colpite dall’industria mineraria.
  • Riflettere sulla posizione della Chiesa, non solo per quanto riguarda l’industria mineraria ma anche la salvaguardia del Creato in generale.
  • Fare una riflessione, distinguendo i due livelli: all’interno della Chiesa e al di fuori di essa.


– Sei povero. Se mi vendi la tua collina e la tua laguna, avrai un po' di soldi.
– Ma quando i soldi saranno finiti, non avrò né collina né laguna.
– Ignorante!