«In questo Mese missionario straordinario preghiamo perché lo Spirito Santo susciti una nuova primavera missionaria per tutti i battezzati e inviati dalla Chiesa di Cristo». È questa l’intenzione di Francesco per il mese di ottobre diffusa dalla Rete mondiale di preghiera del Papa attraverso il video postato sul sito www.thepopevideo.org.

«Oggi è necessario un nuovo impulso nell’attività missionaria della Chiesa per affrontare la sfida di annunciare Gesù morto e risorto» afferma il Pontefice, che proprio per «alimentare l’ardore dell’attività evangelizzatrice della Chiesa ad gentes» — come spiegò all’Angelus del 22 ottobre 2017 — ha deciso di indire questo Mese missionario straordinario, nel centenario della promulgazione della lettera apostolica Maximum illud di Benedetto XV (30 novembre 1919).

Nel video della Rete mondiale di preghiera le parole di Francesco sono accompagnate da efficaci immagini che richiamano, appunto, i luoghi e stili di missione. Si tratta in sostanza, rilancia il Papa, di «arrivare alle periferie, agli ambienti umani, agli ambienti culturali e religiosi ancora estranei al Vangelo: in questo consiste quella che definiamo missio ad gentes». Il Pontefice, infine, invita anche a «ricordare che il cuore della missione della Chiesa è la preghiera» Tradotto in nove lingue, il video è stato preparato dall’agenzia La Machi, che si occupa della produzione e della distribuzione, in collaborazione con Vatican Media, che ne ha curato la registrazione.
(L’Osservatore Romano)