COMBONI THAT DAY

Campi estivi 2017 della Famiglia comboniana

Venerdì 4 agosto 2017
Colgo l'occasione per divulgarvi i campi estivi della Famiglia comboniana, soprattutto quello itinerante Verona-Limone (5-14 agosto) che ci sta a cuore – è anche a livello europeo –, perché ci caratterizza essendo fatto sulle orme del Comboni e nei luoghi dove si è segnata una storia di spirito profetico e missionario. Vi invito ad aiutarci a coinvolgere giovani che desiderano mettersi in cammino aperti a orizzonti grandi con uno spirito audace. Se un giovane potrebbe farne almeno una buona parte e lo desidera, lo può fare. Non scordiamo anche gli altri campi, come quello biblico di Napoli con p. Alex Zanotelli e gli esercizi di strada a Roma. Vedi i volantini in allegato. Coraggio!

Pellegrini sulle orme del Comboni

Dal 5 al 14 agosto 2017

Il pellegrinaggio fatto interamente a piedi, si snoda per circa 100 km, partendo da Verona arrivando alla casa natale del Comboni a Limone sul Garda, luoghi cari dove Daniele ha scoperto, maturato e iniziato l’opera missionaria di Dio per la rigenerazione dell’Africa con gli stessi africani. Oltre a conoscere i luoghi di Verona dove è iniziato tutto – casa madre delle suore missionarie comboniane, dei missionari comboniani, del Mazza, il museo multimediale africano, ecc. –, avremo modo di incontrare i giovani dell’Africa presenti in Italia e testimoni di oggi di una missione che parla ancora e ci provoca ad uscire dai nostri luoghi, per condividere il dono di Dio consegnato in Gesù.

Per dove passeremo?

Dalle nostre stupende montagne veronesi della Lissinia e del Baldo, attraverso le quali ci verrà offerto di vivere il silenzio di Dio, la fatica del cammino, l’ascolto del cuore e di chi cammina con noi, ricercando insieme la propria strada percorrendo i viaggi missionari del Comboni.

Passeremo dalle Clarisse a Novaglie (dove si rifletterà sul tema dell’onnipotenza della preghiera in Comboni), per il monastero del Bene Comune degli stimmatini a Sezano, con i quali approfondiremo il tema dei Diritti dell’Uomo e la figura del Marani, padre spirituale del Comboni che lo ha confermato nella sua decisione di partire.

Sosteremo a Cerro dove si ricordano i grandi missionari conosciuti dal Comboni (come Carcereri e Vinco), per sostare a Boscochiesanuova dove è nata la grande  missionaria G. Scandola che ci aiuterà a cogliere il grande valore della donna in missione.

Passeremo per Peri e arriveremo al stupendo santuario della Madonna della Corona appeso alle pendici di un monte, che ci richiama la presenza preziosa di Maria in ogni missione, riflettendo su “Comboni le chiese la protezione dell’Africa”.

Sostando poi per Caprino, saliremo la terza montagna del pellegrinaggio, passando per S. Zeno di Montagna per arrivare a Castelletto, riflettendo sulla bellezza e custodia  del Creato e ai temi di giustizia, pace e integrità del creato.

Infine arriveremo a Malcesine luogo delle prime missionarie comboniane che accolsero l’invito del Comboni per poter realizzare il loro sogno. Da qui attraverseremo con il battello il lago per arrivare finalmente dove Dio iniziò l’opera, la cara terra natale di Comboni, Limone, stupendo luogo dove nacque e visse la sua infanzia, assaporando la tenerezza dei suoi genitori, ma anche sperimentando le dure prove che insieme vissero e lo forgiarono per quella grande missione che tutti davano per impossibile.


Fr. Marchi Antonio, nella Casa natale del Fondatore Daniele Comboni a Limone sul Garda.


Casa natale del Fondatore Daniele Comboni a Limone sul Garda.

Allegati: