Roma, venerdì 2 settembre 2011
I Laici Missionari Comboniani (LMC) che lavorano in Mozambico si sono riuniti dal 28 al 31 luglio 2011, nella casa di Cabaceira, a Nampula. I LMC mozambicani si incontrano almeno una volta all’anno per rivedere e programmare le loro attività. A questo incontro, il sesto, erano presenti Lourdes Vieira, coordinatrice del gruppo, e Carlos Barros, entrambi della comunità di Carapira, nel Nord del Paese; Vanessa Pereira e Liliana Ferreira, della comunità di Maputo, nel Sud; P. Alfredo Manuel Gomes de Sousa, responsabile comboniano pei i LMC in Mozambico; e P. José Luis Rodríguez López, superiore provinciale dei comboniani in Mozambico e coordinatore dei LMC dell’Africa anglofona e Mozambico.
Pubblichiamo una sintesi dei principali argomenti affrontati durante l’incontro.

L’incontro dei Laici Missionari Comboniani (LMC) che lavorano in Mozambico si è svolto quest’anno dal 28 al 31 luglio nella casa comboniana di Cabaceira, a poca distanza dalla storica Ilha de Moçambique, a nord di Nampula. L’incontro, che è iniziato con una breve preghiera, ha affrontato diversi argomenti fra cui: “La vocazione dei LMC”, a cura di P. Alfredo de Sousa; la lettura delle relazioni delle comunità dei LMC di Maputo e di Carapira; la revisione del Direttorio dei LMC del Mozambico; la formazione dei LMC mozambicani; l’elezione del nuovo coordinatore dei LMC del Mozambico; la partecipazione al 1° Incontro dei LMC dell’Africa, in Uganda, nel dicembre 2011; e i nuovi arrivi e partenze dei LMC.

Fra quanto detto sui vari temi in agenda, si sottolineano tre punti:
1. Attività delle comunità dei LMC di Carapira e Maputo
La comunità di Carapira è costituita dai LMC Lourdes Vieira, della provincia comboniana del Brasile Sud, e Carlos Barros, della provincia del Portogallo. La priorità nel lavoro dei laici rimane la Scuola Industriale. Lourdes insegna educazione morale e civica al secondo e terzo anno, è responsabile dell’area sanitaria e della logistica dell’edificio scolastico, e collabora alla realizzazione di eventi in occasione di visite istituzionali. Carlos insegna matematica al primo anno ed è responsabile della manutenzione del laboratorio di informatica della scuola. Inizierà anche un corso di informatica per i dipendenti della produzione. Nella pastorale, Lourdes segue le coppie della parrocchia di Mossuril e Carlos collabora nella pastorale giovanile della parrocchia di Carapira. Sono entrambi responsabili della formazione dei LMC mozambicani.

La comunità di Maputo è costituita dai LMC: Vanessa Pereira, della provincia comboniana del Brasile Sud, e Liliana Ferreira, della provincia del Portogallo. Vanessa lavora nell’Escolinha Comboni-Marinette ed è insegnante di sostegno per gli alunni che hanno difficoltà di apprendimento. Liliana insegna informatica nell’Escola Comunitária S. Francisco Xavier. Nella pastorale, ambedue sono impegnate nella catechesi e con i ragazzi della comunità parrocchiale di Santa Bakita. Vanessa fa anche parte del gruppo della pastorale giovanile e Liliana segue gli adolescenti della comunità.

2. Formazione dei LMC mozambicani
Si è vista la necessità di rivedere il Direttorio dei LMC perché tenga conto non solo dei laici provenienti da altri paesi ma anche dei laici mozambicani. È stato anche fatto un progetto di formazione per i LMC autoctoni, che prevede due anni di formazione e un anno di esperienza comunitaria in una delle comunità dei LMC; alla fine di questo anno di esperienza la comunità presenterà una relazione di valutazione. Il formando sarà considerato un LMC dopo il suo invio e una prima esperienza di missione, della durata di due anni, svolta nello stesso paese. Sia nell’anno di vita comunitaria che nel periodo di missione si darà importanza alla vita pastorale, alla vita comunitaria e all’auto-sostentamento del LMC e/o formando attraverso il proprio lavoro.

Si è vista anche la necessità di ampliare la casa della comunità di Maputo, cioè di costruire una nuova stanza per poter accogliere i formandi e i LMC locali, nei periodi di esperienza comunitaria e/o di missione.

P. José Luis ha sottolineato l’importanza di una maggiore formazione dei LMC locali, affinché non siano solo dei tecnici ma anche dei laici impegnati, perché il mondo, oggi, ha bisogno di gente che dia testimonianza ed esempio di vita cristiana. Perciò, la formazione deve educare i LMC a vivere nella semplicità, nella condivisione, nella comunione e fraternità.

3. Varie
a) Carlos Barros è stato eletto nuovo coordinatore dei LMC, in Mozambico.

b) È stato deciso che andranno a rappresentare la provincia del Mozambico al 1° incontro dei LMC a livello di continente africano, dal 2 al 9 dicembre 2011, a Layibi (Uganda), P. Alfredo de Sousa e Carlos Barros. In Uganda, essi presenteranno il percorso e il programma di formazione dei LMC mozambicani e le comunità dei LMC di Maputo, nell’area urbana, e di Carapira, nell’area rurale.

c) Alla fine del 2011 Lourdes e Vanessa torneranno in Brasile e arriveranno, sempre dal Brasile, per sostituirle, Guilherma, a Maputo, e Flavio, a Carapira.

d) Il 31 luglio si è tenuto un breve incontro con i formandi LMC mozambicani, i coniugi Martinho e Margarida e Hélder. È stata una buona occasione per scambiarsi esperienze e, per i formandi, per parlare dei motivi che li hanno spinti ad aderire ai LMC e della loro testimonianza cristiana nelle comunità parrocchiali in cui sono inseriti.