Mercoledì 2 giugno 2021
Padre Antonio Ino è morto alle 8.30 di questa mattina, 2 giugno, nella comunità comboniana di Viseu. Il prossimo 25 giugno avrebbe festeggiato il suo bellissimo 91° compleanno. Nacque a Lacedonia, provincia di Avellino, in Italia. Ha fatto i primi voti nell’Istituto comboniano il 5 agosto 1955 e i voti perpetui il 5 agosto 1958. È stato ordinato sacerdote il 29 giugno 1959.

Il suo nome segna la storia missionaria dell'evangelizzazione in Mozambico, dove ha lavorato per 29 anni, dal 1973 al 2002. La maggior parte dei sacerdoti e vescovi mozambicani lo conoscono molto bene perché è stato direttore spirituale nel Seminario Maggiore di Sant'Agostino, a Matola, per molti anni. Fu anche un illustre missionario in terra portoghese, dove trascorse 36 anni della sua vita, essendo particolarmente conosciuto nelle diocesi di Coimbra, Santarém e Viseu. Qui, negli ultimi decenni, ha esercitato il ministero di confessore. Era molto ricercato da preti, vescovi e laici che volevano sentire i suoi consigli e ricevere l'assoluzione per i loro peccati.

I suoi funerali avranno luogo venerdì prossimo, 4 giugno, nella cappella del seminario comboniano di Viseu.

“Rendiamo grazie a Dio per la lunga vita missionaria di questo nostro confratello e preghiamo che il Signore lo accolga nella sua dimora eterna”, ha scritto p. Fernando Domingues, superiore provinciale dei Missionari Comboniani in Portogallo, nel comunicare la notizia della morte di p. Antonio Ino.