Mercoledì 28 marzo 2018
Il nostro Forum Sociale Comboniano a Salvador Bahia si è inserito dentro il Forum sociale mondiale che aveva come tema centrale la resistenza a tutto campo. Il titolo infatti era: “Resistere è creare, Resistere è trasformare”. Parole molto chiare e anche stimolanti per noi tutti della Famiglia comboniana. Viviamo questi valori e atteggiamenti a 360 gradi sia geograficamente ma anche umanamente e spiritualmente coinvolgendoci in pienezza con i popoli ai quali siamo mandati e che desideriamo servire. Il titolo del nostro Forum Comboniano era: “Ministerialità e lavoro in rete/collaborazione nella Famiglia Comboniana e con le altre organizzazioni”. Vorrei spiegare con 10 semplici parole questo nostro Forum Comboniano vissuto e che vorremmo comunicare alla Famiglia Comboniana e al mondo.

Resistere è creare – Resistere è trasformare
Forum Sociale Mondiale e 8° Forum Sociale Comboniano
Marzo 2018
a Salvador de Bahia (Brasile)

P. Joseph Mumbere, comboniano, e Sr. Rita Zaninelli, comboniana, al 8° Forum Comboniano, a Salvador de Bahia.

Il nostro Forum Sociale Comboniano a Salvador Bahia si è inserito dentro il Forum sociale mondiale che aveva come tema centrale la resistenza a tutto campo. Il titolo infatti era: “Resistere è creare, Resistere è trasformare”. Parole molto chiare e anche stimolanti per noi tutti della Famiglia comboniana. Viviamo questi valori e atteggiamenti a 360 gradi sia geograficamente ma anche umanamente e spiritualmente coinvolgendoci in pienezza con i popoli ai quali siamo mandati e che desideriamo servire. Il titolo del nostro Forum Comboniano era: “Ministerialità e lavoro in rete/collaborazione nella Famiglia Comboniana e con le altre organizzazioni”. Vorrei spiegare con 10 semplici parole questo nostro Forum Comboniano vissuto e che vorremmo comunicare alla Famiglia Comboniana e al mondo.

SPERANZA/GIOIA: è stato ed è l’atteggiamento e valori che abbiamo vissuto nel condividere insieme questa esperienza missionaria di incontro tra noi e la società civile del mondo intero e degli Afro-Brasiliani discendenti di cui era piena la città di Salvador Bahia. Una città dove si respira il vento e lo Spirito dell’Africa.

DESIDERIO: un sentimento bello e pieno di apertura umana e spirituale a ciò che ci era proposto dalla vita e dagli incontri nel forum sociale mondiale, delle persone e dall’atmosfera di vera festa e di serenità tra i popoli del mondo che si incontravano in maniera positiva e propositiva.

CAMMINO: Ci siamo guardati indietro nel nostro cammino di crescita come famiglia comboniana al Forum sociale mondiale. Era il nostro ottavo incontro che vivevamo insieme sempre come istituti riuniti. Un cammino ininterrotto di 11 anni che ha fatto crescere come famiglia, spiritualmente e umanamente centinaia di missionari sparsi in varie province del mondo nella dimensione della costruzione della pace, giustizia e salvaguardia del Creato. Certamente una fedeltà al carisma e alla voglia sempre di lottare per un mondo migliore e diverso da quello che ci propongono i potenti della terra.

SOGNO IN COSTRUZIONE: e proprio partendo da questo sogno in costruzione che continuiamo a vivere questo evento insieme ed è stato possibile anche concretizzando impegni e obiettivi precisi che molti di noi nelle nostre famiglie stiamo già portando avanti da tempo nelle nostre vite personali e nelle nostre missioni. Un sentirsi consolidati e incoraggiati a vivere ancora più profondamente in comunione con le lotte dei popoli del mondo.

FAMIGLIA COMBONIANA: è uno degli eventi dove la dimensione di famiglia comboniana è stata sempre vissuta in pienezza e con un arricchimento reciproco e concreto. Ce ne fossero di più di queste opportunità semplici ma coinvolgenti.

MAGGIORE PRESENZA: era un sentire comune che la bellezza dell’impegno missionario e di famiglia in realtà difficili e dure ci portasse ad essere ancora più presenti nel forum sociale mondiale. Ma anche di poter dare opportunità ad altri confratelli e consorelle di poter parteciparvi fattivamente gridando al mondo le tante e belle esperienze di testimonianze vere della gente e delle loro sofferenze, lotte e resistenze.

LAICI-LAICHE: certamente è stato un forum comboniano con maggiore presenza laica rispetto al passato. E credo che il futuro passerà sempre di più da qui e dal loro impegno e condivisione che vivono per la missione e per il Comboni. Un aprirsi sempre di più alla presenza anche per un arricchimento reciproco e un lavoro comune.

NUOVI PARADIGMI: è la sfida di oggi! Saper leggere la realtà intorno a noi così complessa e difficile con nuovi paradigmi, interpretazioni e visione della missione mondiale, della realtà umana e sociale, economica e religiosa per poter dare il nostro contributo specifico al Regno di Dio, alla Chiesa, alla missione che cambia e ci porta a vivere in tempi e situazioni sempre più duri e complessi dovunque siamo come missionari. E anche una ricerca di metodologia che sia capace di farci riflettere, e riorientarci per il futuro della famiglia comboniana e della missione.

NETWORKING/LAVORO IN RETE: una maggiore disponibilità a lavorare in rete/networking con chi già vive e lotta per una migliore vita della gente e dei poveri in questo mondo. La società civile che piano piano sta emergendo anche nel sud del mondo, reti di lobby e advocacy come AFJN (Africa faith and Justice Network) che opera presso il parlamento americano e in Africa o VIVAT INTERNATIONAL presso le Nazioni Unite o REPAM una rete ecclesiale panamazzonica che lotta a fianco dei popoli in tutto il continente a difesa della terra e delle risorse. E tante altre a livello locale, regionale, continentale e internazionale. Un lavoro che non può prescindere dalla nostra apertura a nuovi orizzonti e missione.

FORMAZIONE: una maggiore disponibilità e responsabilità da parte della famiglia comboniana rivolta a chi è in formazione di base, ai nostri giovani e formatori/ci, a chi desidera conoscere gli impegni di giustizia, pace e salvaguardia del Creato che noi tutti viviamo a fianco della gente e dei poveri nelle nostre missioni. Testimonianze di vita e di aiuto a capire i meccanismi e le sfide del presente e del futuro. Ma anche per poter avere dei punti di riferimento per la loro futura missione e vivere la loro vocazione in pienezza nel momento che saranno chiamati a viverla.
Padre Daniele Moschetti, MCCJ

P. Dario Bossi, superiore provinciale dei Comboniani del Brasile.

P. Daniele Moschetti, comboniano. Lavora a New York negli Stati Uniti.

Famiglia comboniana al Forum Sociale Mondiale 2018, a Salvador de Bahia, Brasile.